Africa - OCCASIONI VIAGGI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Africa

COSE DA SAPERE > QUANDO PARTIRE > SCEGLIERE DESTINAZIONE > Per Continente > Africa

BOTSWANA


L'inverno (che va da maggio ad agosto) è un buon periodo per visitare il Botswana perché di solito le giornate sono piacevoli e gli animali selvatici non si allontanano mai molto dalle pozze d'acqua. Tenete comunque presente che durante il periodo delle vacanze scolastiche per europei, nordamericani e sudafricani, i turisti sono più numerosi. In generale giugno, i primi di luglio e dalla metà alla fine di settembre sono i momenti più tranquilli dell'anno, mentre l'estate australe non è la stagione ideale per percorrere le strade secondarie, osservare la fauna selvatica o esplorare l'Okavango, dal momento che il prolungarsi delle piogge può rendere impraticabili le piste sabbiose e che gli animali si disperdono quando l'acqua abbonda.
Un itinerario di 8/11 gg. da Johannesburg allo spettacolo delle Cascate Vittoria, passando attraverso il Kalahari e il delta dell'Okavango ed il suo incredibile ecosistema costa circa 4000 euro a persona.



KENYA


L'altissima stagione turistica va da gennaio a febbraio, in quanto il clima - sempre caldo e umido - è  in questo periodo più sopportabile. In questi due mesi, inoltre, si verificano le grandi ondate migratorie di volatili che dal Kenya si dirigono ai laghi della Rift Valley. Altro periodo favorevole va da luglio a settembre, grazie al clima ancora piuttosto secco, mentre tra aprile e giugno (e in misura minore da ottobre a dicembre) si scatenano le piogge. In questi mesi la situazione è molto più tranquilla: negli alberghi ci sono più camere disponibili e a prezzi più accessibili. Solitamente le piogge non impediscono ai turisti di compiere escursioni.
Giugno è un buon mese di compromesso adesso che le piogge tendono ad accorciarsi.
Un soggiorno mare in kenya, specie fuori stagione, può essere anche molto a buon mercato, anche meno di 1000 euro a persona per una settimana in pensione completa. Con qualche centinaio di euro si può aggiungere un safari di un paio di giorni a Tsavo. Per i safari più lunghi molto dipende da durata e qualità dei lodge, calcolate di spendere almeno 2500 euro per una settimana tra Samburu e Masai Mara con un volo di linea dall'Italia. Cifra che può facilmente raddoppiare aggiungendo la Tanzania. Spesso conviene aprofittare comunque dei voli charter ed abbinare una settimana di safari ad una di mare in un villaggio, spendendo dai 3000 ai 3500 eur a testa.


MALI


Il periodo migliore in assoluto per visitare il Mali è forse il mese di novembre. Le escursioni sul Niger sono fattibili poiché il livello del fiume è tale da consentire la navigazione ai battelli che trasportano i passeggeri, mentre in dicembre e gennaio le acque sono molto basse e le gite sul fiume si riducono spesso al trasbordo da un banco di sabbia all'altro, quando non vengono annullate del tutto. Novembre, però, è anche il periodo di massimo afflusso turistico quindi, potreste scegliere il mese di dicembre quando, tra l'altro, a Diafarabé ha luogo il passaggio del bestiame attraverso il fiume, oppure quello da metà settembre a fine ottobre, quando le piogge sono già finite, il paese è verde e non sono ancora cominciati i voli charter dalla Francia. In realtà, qualunque momento da fine settembre a febbraio inoltrato è adatto al viaggio in Mali, mentre la stagione torrida tra marzo e maggio andrà possibilmente evitata.
Un viaggio in Mali di una settimana in pensione completa organizzato su base individuale costa circa 2200 euro a persona, 3000 se volete raggiungere Timbuctu.


NAMIBIA


La secca stagione invernale (da maggio a ottobre) è quella più piacevole per visitare la Namibia. È meglio evitare i parchi nazionali del Namib e Etosha nei periodi di maggiore caldo, ovvero da dicembre a marzo. Le località di villeggiatura sono affollate durante il periodo delle vacanze scolastiche di Namibia e Sudafrica, cioè di solito da metà dicembre a metà gennaio, dalla fine di aprile ai primi di giugno, e dalla fine di agosto a metà settembre


SENEGAL


Il periodo migliore per viaggiare in Senegal va da novembre a marzo, quando il clima è fresco e secco nonostante il paese sia colpito dai venti harmattan, secchi e polverosi, che soffiano dal Sahara. Se avete intenzione di dedicarvi alle immersioni subacquee, le acque al largo del Senegal sono limpidissime da febbraio ad aprile. Gli appassionati di birdwatching dovrebbero visitare il paese durante la stagione delle migrazioni, da novembre ad aprile. Calcolate di spendere a partire da un migliaio di euro per una settimana di mare col volo charter diretto da Milano, quando c'e', da 1500 per un tour.
Vedi i viaggi di Atlantide o Morabeza per il mare, Mistral o African explorer per i tours.


SUDAFRICA


In estate, tra dicembre e marzo, il caldo può diventare eccessivo, soprattutto nel  basso veld, la stretta pianura costiera, e nelle regioni nordorientali che possono essere sgradevolmente umide. Alle altitudini più elevate la temperatura è piacevole anche in estate, tuttavia le zone montuose sono soggette alla pioggia e alla nebbia. Lungo la costa orientale si possono fare i bagni di mare durante praticamente tutto l'anno. La primavera e l'autunno sono le stagioni migliori per visitare Città del Capo e la sua provincia con la garden route. Gli inverni sono miti in tutto il paese tranne che nelle zone a quote più elevate, dove si verificano gelate e nevicate occasionali. La gente sciama dalle città dalla metà di dicembre fino alla fine di gennaio: le località turistiche e i parchi nazionali registrano il gran completo e nei centri lungo le coste è facile trovare prezzi più che raddoppiati rispetto al resto dell'anno. In occasione delle vacanze scolastiche ad aprile, a luglio e a settembre è facile che non si trovi posto nelle località di mare e nei parchi nazionali


TANZANIA


La principale stagione turistica comprende i mesi di gennaio e febbraio, quando il clima caldissimo e asciutto è considerato il più piacevole dell'anno. Per visitare il Serengeti nel suo momento migliore sarà invece meglio evitare la stagione secca, poiché in questo periodo praticamente tutti gli animali del paese 'vanno in vacanza' in Kenya. I periodi migliori per i parchi vanno da Giugno a Febbraio. Per le migrazioni nel Serengeti da Dicembre a Maggio nel sud e da giugno a ottobre all'ovest e al nord. Se viaggiate nelle regioni umide - e specialmente lungo la costa meridionale - preparatevi a dover affrontare dei disagi perché molte strade possono essere impraticabili per il fango. In generale il periodo piu' caldo va da ottobre a meta' marzo, da meta' marzo a tutto maggio piove e da giugno a settembre e' (un po') più fresco. Altre precipitazioni possono verificarsi a Novembre. Il periodo migliore per Mafia è da Novembre a Gennaio, per Pemba da Settembre a Marzo e per Zanzibar da Giugno a meta' Marzo, con picchi di caldo a Gennaio.
Un soggiorno mare a Zanzibar, specie fuori stagione, può essere a buon mercato, anche intorno ai 1000 euro a persona per una settimana in all inclusive. La cifra può raddoppiare per un villaggio italiano a capodanno o ferragosto. Per i safari molto dipende da durata e qualità dei lodge, calcolate di spendere almeno 2500 euro per una settimana tra Serengeti, Manyara e Ngorongoro con un volo di linea dall'Italia. Cifra che può facilmente raddoppiare aggiungendo altri parchi più remoti o quelli del kenya. Può convenire aprofittare dei voli charter su Zanzibar ed abbinare al soggiorno mare un safari di 4/5 gg, spendendo dai 3000 ai 3500 eur a testa.


Torna ai contenuti | Torna al menu