Altri Africa - OCCASIONI VIAGGI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Altri Africa

COSE DA SAPERE > QUANDO PARTIRE > SCEGLIERE DESTINAZIONE > Per Continente > Africa

ANGOLA

Dicembre, gennaio e febbraio sono i mesi più caldi, ma nella zona costiera il clima è piacevole tutto l'anno, anche se da marzo a giugno la piovosità è leggermente superiore rispetto agli altri mesi.


BENIN

Il periodo migliore per visitare il Paese va da dicembre a marzo e nei mesi di luglio e agosto. Nella regione settentrionale la stagione delle piogge dura da maggio ad ottobre. Il periodo più adatto per visitarla è durante la stagione secca, da novembre a marzo. In questo stesso periodo la zona costiera presenta un tasso di umidità inferiore ed il caldo è più sopportabile. Sugli altipiani del nord il caldo è molto intenso, mentre le notti sono piuttosto fresche.


BURKINA FASO

Il periodo compreso tra novembre e febbraio è il più fresco, ma tra dicembre e febbraio il fastidioso harmattan potrebbe rovinarvi tutto. Meglio evitare il periodo luglio-settembre, quando i frequenti acquazzoni rendono molte strade intransitabili. Marzo-giugno è la stagione secca, con bassa umidità, e le temperature raggiungono i 40-45°C nelle ore diurne per scendere a 25°C in quelle notturne.

BURUNDI

La stagione più indicata per visitare il Paese è tra giugno e settembre, vale a dire il periodo secco.In particolare, la Rift Valley è caratterizzata da un clima torrido e secco, con una temperatura media annua sui 23°C. La zona più alta mantiene un clima fresco e umido, con una temperatura sui 17°C. Le piogge si concentrano nei mesi da marzo a maggio e da ottobre a dicembre, ma tra settembre e maggio piove comunque spesso.

CAMERUN

Dicembre e gennaio sono i mesi migliori per recarsi in Camerun. Le temperature sono elevate, le precipitazioni anche nelle zone più piovose concedono una piccola tregua.

CIAD

Il periodo meno torrido per recarsi nelle zone della savana e in quelle desertiche è l'inverno. Nel sud del Paese, invece, le condizioni climatiche sono pressoché costanti tutto l'anno.

CONGO (EX ZAIRE)

Nella fascia equatoriale le condizioni climatiche sono costanti. Da evitare nelle altre zone del paese la stagione delle piogge: da aprile a novembre nelle regioni meridionali, da giugno a ottobre al nord.

COSTA D'AVORIO

Un periodo tranquillo per il viaggio è quello fresco e asciutto che va da novembre a febbraio, anche se i veri appassionati farebbero foto migliori nella stagione piovosa che va da maggio a ottobre. La stagione turistica tende a concentrarsi da dicembre a marzo e, anche se in misura minore, nei mesi di novembre e aprile. La fascia costiera può essere visitata in qualsiasi periodo dell'anno. Nel nord del paese meglio puntare sui mesi invernali.

ERITREA

L'inverno è la stagione migliore, le temperature sono più fresche e in quasi tutto il paese non c'è rischio di piogge.

ETIOPIA

Le piccole piogge cadono tra febbraio e marzo, le grandi da giugno a metà settembre. La primavera e l'autunno sono le stagioni migliori per visitare l'Etiopia.

GABON

E' sconsigliata la stagione delle piogge (da maggio a settembre), i mesi migliori sono novembre, dicembre, gennaio e febbraio

GAMBIA

Il periodo migliore va da gennaio a marzo. Le temperature sono elevate, ma il clima secco rende il caldo gradevole.  I mesi estivi sono i meno caldi e caratterizzati da precipitazioni abbastanza consistenti.

GHANA

Sulla costa le condizioni climatiche sono costanti tutto l'anno, il termometro sale di pochi gradi a gennaio e febbraio. Nel resto del paese meglio scegliere i mesi meno caldi, cioè luglio, agosto e settembre. Piogge abbondanti sulla costa

GUINEA BISSAU

Il periodo migliore per visitare il paese va da dicembre a marzo. Da evitare la stagione più umida che va da aprile fino a novembre : le piogge possono durare giorni e giorni senza alcuna pausa e sono frequenti le inondazioni.

GUINEA EQUATORIALE

La Guinea equatoriale offre ai turisti un clima molto caldo e umido, costante tutto l'anno, con due brevissime stagioni delle piogge nei periodi equinoziali (marzo e settembre, i due equinozi cadono il 20 o il 21 marzo e il 22 o il 23 settembre) caratterizzate da precipitazioni abbondanti
GUINEA CONAKRY
L'inverno è il periodo ideale sia per i viaggi alla ricerca delle bellezze naturalistiche dell'interno, sia per le vacanze al mare. La Guinea è un paese caldo e umido, con abbondanti piogge estive di carattere monsonico. Nei mesi invernali si fa sentire invece il vento secco di provenienza sahariana detto harmattan, che asciuga l'aria e fa salire la temperatura.

LESOTHO

Se l'idea di prendere un po' di pioggia non vi spaventa, in Lesotho non esiste un periodo dell'anno particolarmente preferibile rispetto agli altri. La maggior parte delle precipitazioni è concentrata nella stagione estiva, ossia nei mesi compresi tra ottobre e aprile, ma quando esce il sole il clima è caldo e piacevole.

MALAWI

Il periodo migliore per recarsi in Malawi è quello invernale, fresco e asciutto. Tuttavia, il Malawi presenta un clima caldo durante tutto l'anno. Il periodo delle piogge va da novembre-dicembre fino ad aprile. Sulle coste del lago Malawi il clima è fresco, così pure nelle foreste tropicali dell'altopiano Nyika a nord ed il monte Mlanje a sud. La stagione secca va da marzo a ottobre.

MAURITANIA

Il clima più tollerabile è nel periodo tra novembre e febbraio, quando è caldo e soleggiato di giorno ma rinfresca la sera grazie alla brezza meridionale del deserto. Da giugno a ottobre fa sempre molto caldo, ma la temperatura è sopportabile per una breve visita. Non andate tra marzo e maggio, sempre che un costante vento caldo accompagnato da raffiche di sabbia non sia in cima alla vostra lista della preferenze.

MOZAMBICO

Giugno, luglio e agosto sono i mesi migliori per visitare il Mozambico: in questo periodo sia le piogge sia le temperature diminuiscono. Avanzando nella stagione secca, dalla fine d'agosto a settembre, le temperature iniziano ad aumentare, ma questo tuttavia è il periodo migliore per vedere gli animali selvatici di grossa taglia.  Sconsigliati, per via delle piogge, i mesi di dicembre e gennaio. Le precipitazioni sono concentrate nell'estate australe, fra novembre e aprile, le temperature sono elevate tutto l'anno: la media giornaliera tocca punte di 27°C nei mesi più freschi, è di 31° in quelli più caldi.

NIGER

La stagione migliore per andare in Niger è quella che va da novembre a febbraio, la più fresca. D'inverno, infatti, la temperatura è gradevole durante il giorno con medie sui 20°C. Calda è invece quella che abbraccia i mesi da marzo a maggio, mentre c'è forte umidità da giugno a ottobre. Agosto è il mese più piovoso. Le estati sono calde e secche, con temperature piuttosto elevate ma comunque sopportabili.

NIGERIA

Il periodo migliore per visitare la Nigeria va da dicembre a marzo, quando l'umidità diminuisce, con il rischio, però, di incappare nei fastidiosi e polverosi venti Harmattan. Se un po' di sabbia in faccia non vi preoccupa, visitatela in gennaio, così potrete assistere alle celebrazioni Sallah nel nord del paese, seguite dal Festival della Pesca ad Argungu, sulle rive del fiume Sokoto, nella seconda metà di febbraio.

REPUBBLICA CENTRAFRICANA

I mesi migliori sono gennaio e febbraio: sono i più caldi e anche i meno piovosi. Nella parte settentrionale della Repubblica il clima è tropicale con piovosità medio-bassa. Nelle regioni del sud è invece equatoriale, con precipitazioni abbondanti che nei mesi estivi provocano devastanti inondazioni.

RWANDA

le temperature risultano generalmente miti (medie intorno ai 20° C). Molto favorevole è il regime delle precipitazioni (1000 - 1500 mm annui), concentrate, in particolare, nei mesi di marzo, maggio, ottobre e dicembre. I viaggi in Rwanda sono sconsigliati in questi mesi.

SAO TOME' E PRINCIPE

Non c'è un periodo migliore di un altro per visitare Sao Tomé: il clima, infatti, è sempre molto caldo

SIERRA LEONE

E' sconsigliabile il periodo estivo (luglio-agosto), caratterizzato da abbondanti precipitazioni. Generalmente, comunque, le temperature sono estremamente elevate e caratterizzate da un forte tasso di umidità.

SOMALIA

La Somalia ha climi aridi. In qualsiasi periodo dell'anno, per un viaggio in Somalia è consigliabile scegliere come meta la costa dell'oceano indiano, dove, per le risalite di aria fredda e a seguito della corrente marina, il clima è meno caldo e più piacevole. Sconsigliabili, invece, i litorali del golfo di Aden.

SUDAN

Il nord del Sudan fa parte del sistema sahariano: la stagione più calda va da aprile a ottobre. Scendendo verso sud, subentra la fascia saheliana, con le piogge concentrate nei mesi estivi. Le zone limitrofe a questa ampia regione sono la savana e la foresta equatoriale, caratterizzate da abbondanti piogge e inverni secchi. Nel Sudan meridionale il clima è tropicale, con piogge estive e temperature molto elevate fra gennaio e marzo.I tour nel deserto sono consigliati da ottobre a febbraio, la zona sahariana diventa torrida da marzo-aprile fino a settembre-ottobre. I viaggi nel sud del paese sono invece assolutamente da evitare fra gennaio e maggio, quando il termometro sale sopra i 38° e l'umidità può arrivare al 92% rendendo il caldo insopportabile..

SWAZILAND

I mesi più caldi, gennaio, febbraio e dicembre, sono anche i meno piovosi e quindi i più adatti per i tour nei parchi naturali del paese. In alcune zone però le temperature sono molto elevate. Per questo motivo molti operatori consigliano le stagioni intermedie per i safari. Sono più piovose, ma il clima è più fresco.

TOGO

Il Togo ha un clima di tipo tropicale, con temperature medie di 27° C lungo la costa e di 30° C nella parte settentrionale. A nord le piogge si concentrano fra i mesi di maggio e ottobre, durante il resto dell'anno soffia spesso l'harmattan, il vento di nord est che proviene deal Sahara. È sconsigliabile recarsi nel sud del paese nei periodi delle piogge, quindi da aprile a giugno e da settembre a novembre.

UGANDA

Le temperature sono pressoché costanti nel corso dell'anno intorno ai 20°. Le piogge, portate dai monsoni, sono abbondanti, soprattutto fra marzo a maggio e nei mesi estivi e in particolare sui rilievi montuosi. Gennaio e febbraio sono i mesi meno umidi e quindi i più indicati per recarsi in Uganda

ZAMBIA

Il clima è di tipo tropicale, ma le temperature non sono particolarmente elevate a causa soprattutto dell'altitudine (la media annuale è inferiore ai 20°). Le piogge sono concentrate fra novembre e aprile, apportate dai monsoni. Il periodo più caldo è secco va da metà agosto a fine ottobre, quando lo Zambia è battuto dai venti continentali. Piogge scarse anche da metà aprile a fine luglio. Settembre e ottobre sono i mesi migliori: le temperature sono elevate, ma il clima è relativamente secco e il caldo è quindi sopportabile. Da evitare la stagione delle piogge. Soprattutto a gennaio il rischio è di imbattersi in giornate molto umide (90%) anche se non molto calde.

ZIMBABWE

I mesi secchi dell'inverno (da maggio a ottobre) sono il periodo migliore per viaggiare in Zimbabwe, ma così si perdono i paesaggi verdi che caratterizzano la più calda e umida stagione estiva (da novembre ad aprile). D'inverno, nonostante le temperature notturne possano scendere sotto lo zero, le giornate sono ideali per l'avvistamento degli animali, che tendono a radunarsi nei pressi delle pozze d'acqua dove potrete osservarli a lungo. I parchi nazionali sono più affollati durante le vacanze scolastiche del Sudafrica, quindi sarà meglio evitare i mesi da metà aprile a metà maggio e dalla metà di luglio a quella di settembre, e anche il periodo delle vacanze in Namibia (che vanno da dicembre ai primi di gennaio).


Torna ai contenuti | Torna al menu